E’ il “Riccio Polentino” la nuova mascotte di Monastero Bormida

Published on 10 May 2021 • Giovani

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Monastero Bormida composto dal Sindaco Cristiano Ghignone e dai consiglieri Angelica Adorno, Caterina Bussi, Kristian Campora, Gaia Ghignone e Irene Parisi, sta portando avanti una serie di iniziative di educazione ecologica e ambientale, che uniscono la serietà delle proposte a una modalità simpatica e accattivante di proporle alla attenzione dei concittadini.

L’idea è stata quella di creare una “mascotte” che in vari punti del paese richiama alla attenzione verso quei comportamenti che dovrebbero diventare buone abitudini per tutti ma che troppo spesso sono ancora trascurati. I ragazzi hanno elaborato diverse proposte e tra queste è stata scelta quella di un curioso “riccio” animato che è già apparso in questi giorni in cartelli posti presso le aree ecologiche, invitando gli utenti a non abbandonare i rifiuti e a inserirli negli appositi contenitori della raccolta differenziata.

Il “Riccio Polentino” – così è stato denominato dai ragazzi in omaggio alla tradizione monasterese del polentone – veste la casacca gialla e granata con i colori del paese e diventerà una presenza fissa per ricordare a tutti quanto sia importante la tematica ambientale. Una locandina, affissa in questi giorni nei negozi e nei punti di ritrovo, ricorda già alcune delle iniziative: l’acquisto di una borraccia per ogni alunno della scuola primaria e media, i nuovi cartelli ecologici, l’avviso delle zone videosorvegliate. Altre ne seguiranno, per incentivare la popolazione alla riduzione del consumo della plastica, al riciclo, all’uso di materiali “buoni, puliti e giusti”, che riducano l’inquinamento ambientale.

Piccoli gesti concreti che devono abituare la gente a rispettare il mondo in cui viviamo. Ciascuno di noi può – deve – fare la propria parte e solo dall’insieme di tante semplici azioni individuali si possono ottenere grandi risultati a livello globale.